"Cari Bambini, siete voi la speranza dell'umanità."
(San Giovanni Paolo II)

Il saluto di Don Rossano

"Cari Bambini,
 siete voi la speranza dell'umanità."
 (Papa Giovanni Paolo II)


L'Asilo di Breccia è stato fin dal mio arrivo - e addirittura prima ancora di fare l'ingresso ufficiale il 22 giugno 2019 - uno dei luoghi che hanno occupato il mio cuore e la mia mente. Dove c'è qualcuno che fa e crede nell'educazione, per me c'è sempre un seme e un segno di speranza. Ne sono convinto. Diverse sono le ragioni per affermare così.
La mia biografia parla di passione educativa cresciuta e formatasi nel tempo a partire dalla famiglia, passando per l'Oratorio e la Parrocchia che mi hanno accompagnato, fino ad arrivare agli anni della scuola per educatore e al lavoro professionale. In ultimo, ma non perché meno significativo, gli anni del seminario, i primi anni da prete, il servizio come vicerettore in seminario, i tre anni in Pastorale Giovanile, e ora qui a Breccia. Desidero che l'Asilo sia sempre più nostro, capace di essere espressione della comunità, ambiente vivo che dà colore alla vita dei bambini e delle famiglie, capace con lo splendido lavoro di equipe di tutte le insegnanti, degli altri operatori e del consiglio di direzione, di valorizzare e accompagnare nei primi anni i bambini ad essere ciò che sono, ad esprimere doni e qualità, a preparare quel bagaglio di talenti ed esperienze che nel corso della vita ognuno sarà chiamato a scoprire, mettere in gioco, far crescere.

Grazie a tutti coloro che ci sono vicini, ci sostengono, ci aiutano, credono nel lavoro educativo che si vuole realizzare insieme e ne diventano testimoni e promotori.
La gioia di Gesù e la tenerezza di Maria siano per tutti noi un dono sperimentato e che proviamo ogni giorno a donare e ad imprimere in modo indelebile nella vita dei piccoli amici che abitano l'Asilo come una loro seconda casa e famiglia.

Con affetto e stima,

Don Rossano

(Parroco di Breccia e Presidente Scuola d'Infanzia)